Inno Americano


inno americano

Inno Americano

The Star-Spangled Banner, tradotto “La bandiera adorna di stelle” è l’inno nazionale americano. Inno Usa. Ad oggi l’inno americano ha 207 anni di esistenza. Fu composto a Baltimora nel settembre del 1814 ed eseguito pubblicamente per la prima volta un mese dopo, nell’ottobre dello stesso anno. Sicuramente parliamo di una canzone piena di pathos e con una melodia che infonde coraggio, orgoglio ed ispira grande amore per la patria. La canzone dell’inno americano viene scritta da un poeta di nome Francis Scott Key mentre era tenuto come prigioniero a bordo di una nave inglese. Questo succedeva durante il periodo dei bombardamenti sulla città di Baltimora.

Inno Americano

Key fu ispirato da quegli eventi drammatici e dall’impatto che ebbero sulla formazione della società americana. Soprattutto  sul senso di patriottismo degli americani e sull’amore immenso che provano per il loro paese. Nonostante molte cose che si sanno dell’inno nazionale americano e rispetto a quelle che vengono insegnate nelle scuole americane, ci sono alcuni fatti non molto conosciuti. Il nostro scopo oggi è quello di vedere più da vicino alcuni fatti curiosi ed interessanti che riguardano quella che senza dubbio è la canzone americana più famosa di tutti i tempi, quella dell’inno americano. Inno Usa.

Inno Americano

La prima nota curiosa che abbiamo scoperto è che la melodia si basa su una vecchia canzone dedicata al bere e a coloro che si ubriacano! Non c’è alcun dubbio che la musica dell’inno è altamente roboante, commovente e molto americana! Ma la verità che la canzone in questione non ha alcun legame con la musica americana. Il brano proviene da un’antica canzone inglese cantata nei pub dal titolo improbabile “To Anacreon in Heav’n”. Era la canzone ufficiale di un club esclusivo per soli gentleman del diciottesimo secolo chiamato Anacreontic Society.

Inno Nazionale Americano

Sapevate che l’inno nazionale americano è nato come una poesia prima di diventare una canzone?

Vi ricordate l’autore dei versi, Francis Scott Key? Lui era un poeta, non un musicista, quindi le parole che scrisse erano all’origine una poesia che doveva chiamarsi The Defence of Fort McHenry, ovvero “La difesa di Fort McHenry”. Key ebbe l’ispirazione di scrivere la poesia dopo aver visto il sollevamento della bandiera americana. Questo dopo la vittoria degli americani contro gli inglesi avvenuta in seguito ad bombardamento da parte di questi ultimi sulla città di Baltimora.

Francis Key

È stato poi il cognato di Francis Key a suggerire un collegamento tra i versi della poesia e la vecchia canzone inglese.

Sapevate che lo spartito originale che conteneva la canzone aveva un’ errore?

Quando lo spartito per La bandiera adorna di stelle fu scritto nel 1814, la tiratura originale conteneva un’ errore di ortografia clamoroso. Il sottotitolo della canzone doveva essere A Patriotic Song, “Una canzone patriottica” ma finì per essere scritto A Pariotic Song!

A Pariotic Song

Ci sono almeno una dozzina di copia originali stampate esistenti ancora oggi.

inno nazionale americano

Inno Nazionale Americano

Sapevate che la versione odierna dell’inno americano è molto diversa dall’originale?

Ciò che sentiamo oggi durante le performance di The Star-Spangled Banner è molto differente rispetto a come era quasi 200 anni fa. All’origine la canzone era destinata ad essere cantata da un gruppo di persone o da un coro. Nei tempi recenti questa opera musicale è stata convertita in una canzone molto più lenta cantata di solito da un solista e spesso senza nessun accompagnamento musicale.

Sapevate che oltretutto la canzone è sorprendentemente difficile da cantare?

Inno Americano

Penserete forse che di tutte le canzoni cantate davanti al pubblico, l’inno usa sia la canzone più facile da cantare? La performance dell’inno nazionale americano davanti alle folle ha lasciato disorientati e confusi alcuni dei migliori artisti, cantanti e performer americani. Sia che si è trattato di dimenticare alcune delle parole del testo di fronte all’emozione. Sia che si è trattato di non poter prendere alcune delle note più alte del brano. La maggior parte di coloro che hanno cantato l’inno americano ha sbagliato le note tradendosi dall’emozione!

Che lo crediate o no, “La bandiera adorna di stelle” non divenne inno ufficiale fino al 1931. In seguito ad una petizione firmata nel 1929 da 5 milioni di persone che chiedevano al Congresso di ufficializzare il brano come inno nazionale, l’allora presidente Hoover firmò una legge che rendeva The Star-Spangled Banner inno statunitense.

Inno Usa

L’inno Usa è più lungo del verso solitario che spesso sentiamo.

La maggior parte degli americani conosce solo il primo verso perché è quello che si sente sempre cantare agli eventi sportivi. Il brano originale però è fatto di cinque strofe ognuna delle quali termina con la frase “O’er the land of the free and the home of the brave”. Tradotta significa: “Sul paese degli uomini liberi e sulla dimora dei coraggiosi”.  Un quinto verso è stato aggiunto nel 1861 dal poeta Oliver Holmes in cui si diceva: The traitor that dares to defile the flag of the stars/. Il traditore che osa macchiare lo stendardo lucente di stelle”. Tali parole sono aggiunte per la Causa dell’Unione durante la Guerra civile americana tra il Nord e il Sud.

inno usa

Inno Usa

L’autore dell’inno usa Francis Key fu contro l’ingresso degli Stati Uniti nella guerra anglo-americana del 1812.

Nonostante Key compose la canzone più patriottica in assoluto, si oppose con testardaggine all’ingresso dell’America nel conflitto anglo-americano durato dal 1812 al 1815. Chiamò la guerra lump of wickedness che letteralmente tradotto significa “grumo di malvagità”. Ma quando l’esercito britannico ha fatto un raid nei pressi delle comunità della baia di Chesapeake Key ebbe una sussulto di cuore e decise di prestare servizio militare nell’esercito di Georgetown.

Inno americano

Adesso vi presentiamo la traduzione dell’inno americano, quella che è la più conosciuta e la più cantata in assoluto.

Traduzione Inno americano

Oh, say can you see, by the dawn’s early light,

What so proudly we hailed at the twilight’s last gleaming?

Whose broad stripes and bright stars, through the perilous fight,

O’er the ramparts we watched, were so gallantly streaming?

And the rockets’ red glare, the bombs bursting in air,

Gave proof through the night that our flag was still there,

O say, does the star-spangled banner yet wave

O’er the land of the free and the home of the brave?

Traduzione Inno americano

Dì, puoi vedere alle prime luci dell’alba

Ciò che abbiamo salutato fieri all’ultimo raggio del crepuscolo?

Le cui larghe strisce e brillanti stelle, nella battaglia pericolosa,

sui bastioni che sorvegliavamo, sventolavano valorosamente?

E il bagliore rosso dei razzi e delle bombe che esplodevano in aria

Hanno dato prova, nella notte, che il nostro stendardo era ancora là.

Dì dunque, sventola ancora la nostra bandiera adorna di stelle

Sulla terra dei liberi e la patria dei coraggiosi?

Scuola Inglese Roma.

Leggi anche Cantanti Americani 

Leggi inoltre Slang Americano Bandiera Inglese e Elvis Presley

Categoria: Cultura | Articolo scritto da:

Dove Siamo

Logo Metropolitana Roma Piazza Bologna (linea B)
Via Ravenna, 34

Scrivici

    i termini e le condizioni stabilite sulla Privacy Policy *

    Dimostra che non sei un robot