Make


make

Make

Il verbo Make è uno dei verbi più importanti della grammatica inglese. Letteralmente il suo significato è “fare” come il verbo Do.  Spesso però questi due verbi sono in contrapposizione perché  si usano in maniera diversa l’uno dall’altro. Make si può utilizzare in uno svariato numero di occasioni. Vediamo quali. Il primo uso è quello di abbinare questo verbo ad on oggetto. Usiamo Make + un complemento oggetto del verbo per parlare di cose che produciamo o creiamo.

Make

I made a cake on Sunday. / Ho fatto una torta la domenica.

Make è usato sempre nell’inglese per delle frasi già create come:

fare un discorso, make a speech

make an appointment, prendere/fissare un appuntamento

avere un desiderio, make a wish

iniziare/avere un inizio, make a start

make a phone call, fare/avere una conversazione telefonica

make an effort, fare uno sforzo

prendere una nota, make a note

fare un errore, make a mistake

make a difference, fare la differenza

fare un elenco, make a list

Make

Espressioni come queste e tante altre create con il verbo Make sono usate molto spesso nella lingua inglese.

Il secondo uso è quello di abbinare questo verbo ad un complemento oggetto seguito poi da un complemento aggettivo.

Nella frase Dessert makes me happy / “Il dessert mi rende felice” abbiamo l’oggetto della frase, dessert, seguito dal verbo make coniugato nella terza persona singolare nel Present Simple e poi l’aggettivo happy.

Il terzo uso è quello di abbinare questo verbo ad un oggetto seguito da un complemento sostantivo.

They made my husband senior manager this year / Hanno reso mio marito di grado dirigenziale più elevato quest’anno.

Il quarto uso è quello di abbinare questo verbo ad un oggetto indiretto abbinato ad un oggetto diretto.

Can I make you a cup of coffee or tea? / Posso farti una tazza di caffè o di te?

Il quinto uso è quello di abbinare questo verbo ad un complemento oggetto seguito da una frase dove è presente la preposizione For.

My wife made dinner for our guests/ Mia moglie ha preparato la cena per i nostri ospiti.

Il sesto uso è quello di abbinare questo verbo ad un complemento oggetto, più un complemento aggettivo o anche sostantivo, più una frase preposizionale con For.

He made life easy for me. / Lui mi ha reso la vita facile

Make

In inglese questo verbo ha un altro significato, quello di “forzare qualcuno a fare qualcosa”

Lo usiamo con il significato force someone (to do something), ovvero “far fare a qualcuno qualche cosa o qualche azione”. Nella forma attiva lo si può usare con questo significato e per farlo dopo il verbo Make metteremo il verbo che segue in infinito senza la particella To.

My boss makes me work an extra hour every Saturday. / Il mio capo mi fa lavorare un’ora in più ogni sabato.

Se invece lo dobbiamo usare con il significato di “forzare” o di “far fare qualcosa a qualcuno” nella forma passiva, allora dobbiamo usare l’infinito con il To.

The patients were made to wait for the doctor to arrive. / I pazienti erano fatti aspettare per l’arrivo del dottore.

Differenza nell’uso di Do e Make

In inglese i verbi Do e Make hanno un significato molto simili, ovvero quello del “Fare”. Come possiamo capire quando usare l’uno al posto dell’altro?

Diciamo che quando utilizziamo Do e Make con frasi che contengono dei sostantivi, Do si focalizza sul processo dell’agire o del fare qualcosa. Make invece pone l’enfasi piuttosto sul “prodotto” o sul risultato di tali azioni.

When I was doing my homework, I made some mistakes. / Quando facevo i miei compiti, ho fatto qualche errore.

Vediamo alcuni esempi di sostantivi che si combinano rispettivamente con Do e con Make.

make

Sostantivi che si Abbinano

Parole come coffee/caffè, excuse/scusa, offer/offerta, assumption/supposizione, comment/commento, lunch/pranzo, phone call/telefonata, bed/letto, complaint/lamento, guess/ipotesi, mistake/errore, profit/guadagno, progress/progresso, effort/sforzo, change/cambiamento, noise/rumore, promise/promessa, list/elenco, money/soldi e così via si abbinano con il verbo Make e non con il verbo Do.

Di fatto in inglese si dirà I make a phone call/ Faccio una chiamata e non I do a phone call. Si dice I made an offer/ Ho fatto un’offerta e non I did an offer.

 Parole come activity/attività, damage/danno, job/lavoro, task/compito, business/lavoro, favour/favore, test/esame, cleaning/pulizie, one’s best/il mio meglio, shopping/spesa, compere, exercise/esercizio, work/lavoro, homework/compiti per casa, duty/dovere e così via si abbinano con il verbo Do e non con il verbo Make.

I did a lot of shopping when I went to Paris last summer/ Ho fatto parecchio shopping quando sono andato a Parigi l’estate scorsa.

Verbo al Participio Passato

Usiamo spesso questo verbo nel suo participio passato Made seguito dalla preposizione From per parlare di come qualcosa è stato costruito, prodotto, fatto.

Our chairs are made from wood. / Le nostre sedie sono fatte di legno.

Usiamo Made of, participio passato di Make seguito dalla preposizione Of, per descrivere la materia di base che compone qualcosa oppure delle qualità di qualcosa. In casi del genere Made of ha un significato di Composed of/composto da, fatto da.

Yesterday evening I was wearing a necklace made of gold. / Ieri sera indossavo una collana fatta di oro.

Usiamo Made with, participio passato del verbo Make seguito dalla preposizione With molto spesso per parlare degli ingredienti che compongono cibi e bevande.

This cake is made with cocoa/ Questa torta è fatta con cacao

This cocktail is made with vodka. / Questo cocktail è fatto con la vodka.

Nella speranza che questo scritto sia di aiuto per il vostro studio.

Scuola Inglese Roma.

Leggi anche la Grammatica Inglese e l’Orologio Inglese 

Categoria: Lezioni di Inglese | Articolo scritto da:

Dove Siamo

Logo Metropolitana Roma Piazza Bologna (linea B)
Via Ravenna, 34

Scrivici

    i termini e le condizioni stabilite sulla Privacy Policy *

    Dimostra che non sei un robot

    Ultimi Articoli