London Tube


london tube

London Tube

La metro di Londra è la rete metropolitana più antica al mondo e anche la più estesa in tutta l’Europa. Se il modo migliore per spostarsi nel Regno Unito è il treno, il mezzo migliore per muoversi all’interno della sua capitale è la metro di Londra.  London Tube. A prima vista la mappa della metro londinese vi spaventerà. A dire il vero all’inizio potreste faticare un po’ prima di orientarvi all’interno dello schema complicato delle linee che si intrecciano. Ma una volta che avrete preso la mano e fatto un po’ di pratica, spostarvi da una linea all’altra diventerà un gioco da ragazzi. La metro londinese è talmente capillare che non esiste punto o destinazione che non sia collegata e che non possa essere raggiunta. Ecco la nostra guida alla metro di Londra, the London Tube.

London Tube

La metro di Londra o Tube (Tubo), come la chiamano i londinesi per la forma dei suoi tunnel, è la rete più estesa in Europa, ma batte anche un altro record, quello della metro più antica al mondo. The Underground, come viene chiamata, possiede un logo iconico che tutti sicuramente conoscono. La metropolitana londinese vanta ben 11 linee e, come abbiamo detto, è stata la prima ad essere costruita. Il totale delle sue linee percorre circa 250 miglia.

La metro è il mezzo più veloce e conveniente per spostarsi nella capitale inglese. Ha la fama di essere efficace, veloce ed estesa e questo la rende molto affidabile ed amata da tutti coloro che si muovono a Londra, sia per lavoro che nel tempo libero. Sappiate che non c’è nessun angolo della città che non sia raggiungibile o in cui la metro non possa portarvi. London Tube.

London Tube

La prima reazione alla vista della sua mappa potrebbe essere quella di smarrimento e sorpresa. Sappiate che invece è molto semplice districarsi tra le diverse linee e le loro tantissime stazioni. Inoltre, in ogni fermata si trova una mappa che può essere consultata. Ci sono sia versioni cartacee che scaricabili online. Di fatto, ogni linea è caratterizzata da un colore. Voi, guardando la mappa, dovrete semplicemente farvi guidare da questi colori per prendere confidenza con le diverse zone. London Tube.

Le Linee della Metro

Ora diamo un’occhiata alle linee.

The Tube, o la London Underground, ha una rete molto estesa di linee che coprono praticamente l’intero territorio cittadino. La lunghezza totale risulta essere di circa 1572 km. Come abbiamo già accennato, ognuna delle 11 linee metropolitane è caratterizzata da un colore specifico. Oltre al colore, ogni linea ha un nome proprio. L’intero sistema metropolitano di Londra, sia quello sottoterra (underground), sia quello che viaggia sul suolo (overground), viene chiamato London Docklands Light Railway, LDR. I treni che passano sul suolo non possiedono nomi propri. London Tube.

London Tube

DLR serve le zone Est e Sud Est di Londra ed è collegata alle linee metro di Londra tramite le stazioni di Bank, Tower Hill, Canary Warf, Canning Town, Bow, Heron Quays e Stratford. Questa metro arriva fino all’aeroporto di Londra. I treni della DLR hanno la particolarità di esseri più piccoli e leggeri e di non avere autista. Ma su ogni treno c’è sempre un dipendente incaricato di controllare che non ci siano passeggeri che salgono senza biglietto o senza l’abbonamento. Considerate che se il computer di bordo si dovesse guastare, il controllore lì presente può guidare il treno.

Overground

La rete così detta Overground ha delle linee che coprono la parte nord di Londra, ovvero le zone opposte rispetto a quelle coperte da DLR, Nord e Nord Ovest. Come suggerisce il nome, la maggior parte dei percorsi Overground è in superficie.

Suggerimento importante: quando prendete una linea della metro, fate attenzione alla destinazione del treno, in quanto ogni linea viaggia su entrambi i sensi e quindi, pur avendo lo stesso nome, ha due destinazioni diverse.

Ecco un altro consiglio pratico: seguendo il nome della linea e la sua direzione finale, vi troverete sul binario ad aspettare il prossimo treno. Controllate sempre la destinazione finale del treno, perché sullo stesso binario potrebbero passare treni con destinazioni differenti. Per controllare l’orario, fate riferimento al tabellone presente in prossimità del binario o in testa alla prima carrozza. London Tube.

london tube

Le Zone della Metropolitana

Ma quali sono le zone della metropolitana?

Londra è divisa in 9 zone a forma di cerchi concentrici che partono dal suo centro. La maggior parte delle attrazioni turistiche si trova nelle zone 1 e 2. Come abbiamo detto, la metro collega il centro di Londra con i due aeroporti della capitale, Heathrow e quello di London City. Quando acquistate il biglietto di sola andata, dovete già sapere in quale zona si trova la vostra fermata.

Comunque, se siete lì per visitare la città, ricordatevi che le zone più frequentate dai turisti sono la 1 e la 2. Considerate che il costo del biglietto varia in base al numero delle zone da attraversare, ma più zone vorrete attraversare, più costoso sarà il biglietto. Se volete, ci sono anche degli abbonamenti giornalieri che renderanno i vostri spostamenti molto più semplici.

Le Tariffe della Metro

Ora vi illustriamo le tariffe della metro londinese. Tutte le tariffe includono la zona 1, così che più zone si attraversano, più il prezzo del biglietto sale. I costi che vi faremo vedere fanno riferimento al biglietto singolo per un solo viaggio, in qualsiasi direzione e all’interno delle zone indicate. Nella zona 1-3 il costo del biglietto è di £ 4,90, se vi allargate dalla zona 1 alla zona 5 il costo aumenta di 1 pound e sale a £ 5,90, mentre se coprite le zone 1-6 vi costerà £ 6. Nelle zone ovviamente sono incluse tutte le fermate per una sola andata. E mentre i bambini fino a 11 anni viaggiano gratis, per i ragazzi dai 11 ai 15 anni ci sono prezzi ridotti.

Ma se pensate, invece, di fare diverse tappe, e dunque di usare la metro diverse volte durante il giorno, vi conviene prendervi la così detta Oyster Card. Con Oyster Card il prezzo di una giornata intera nelle zone 1-3 scende a £ 2,90, ben 2 pound in meno rispetto ai £ 4,90 del biglietto di una sola corsa. La card prevede un limite di spesa giornaliero chiamato daily cap, grazie al quale non pagherete mai oltre una certa somma. In questo modo potete viaggiare quanto volete durante la giornata e anche se raggiungete il tetto massimo, continuerete a viaggiare senza alcun addebito. London Tube.

London Tube

Ovviamente, le zone più frequentate sono quelle dalla 1 alla 3. Lo spostamento giornaliero multiplo con la Oyster Card vi costerà £ 7,70. Inoltre, non dovrete sapere in anticipo quale sarà il percorso migliore per voi. Avrete, dunque, la massima flessibilità e potrete cambiare percorso durante il giorno senza dover pensare ad altri biglietti da acquistare.

Per non incorrere in multe, o comunque per essere sicuri che il costo addebitato sia giusto, ricordatevi di passare sempre la tessera Oyster sui lettori (sia in entrata, che in uscita) delle stazioni metro. La Oyster Card fa parte del sistema di pagamento contactless. Ci potete caricare abbonamenti giornalieri, mensili e annuali.

Da un po’ di anni, i viaggiatori possono usare sia carte di credito che bancomat con questo sistema contactless. Il sito che gestisce i trasporti londinesi si chiama Transports for London e lì potrete consultare tutte le tariffe, i prezzi e gli sconti previsti.

The Tube

Come si sarà capito, la metro di Londra non è solo la più antica, ma anche una tra le reti più estese e frequentate al mondo. Soprannominata The Tube, il suo caratteristico simbolo è diventato un’icona della città e della cultura britannica in generale. La sua estensione di oltre 400 km permette di collegare circa 270 stazioni, distribuite in 9 zone tariffarie lungo 11 linee metro distinte. Ogni linea ha degli orari propri che possono variare leggermente tra loro, ma di solito la prima corsa parte alle 5:15 di mattina, dal lunedì al sabato. A partire dal mese di agosto del 2016, alcune linee hanno iniziato ad effettuare anche delle corse notturne. London Tube.

The Tube

Nomi linee metro e colori associati.

Backerloo Line, caratterizzata dal colore marrone sulla mappa. Ha 25 stazioni e si estende per circa 23 km.

Central Line, caratterizzata dal colore rosso sulla mappa. Ha 51 stazioni e estende 74,0 km.

Circle Line, caratterizzata dal colore giallo sulla mappa. Ha 27 stazioni e si estende per circa 22,5 km.

District Line, caratterizzata dal colore verde sulla mappa. Ha 60 stazioni e una lunghezza di circa 64 km.

East London Line, si distingue da un colore arancio sulla mappa. Vanta 9 stazioni metro e si estende per circa 8 km.

Hannersmith & City Line. Il colore sulla mappa associato ad essa è il rosa e con le sue 28 stazioni si espande per circa 26,5 km.

Jubille Line è colorata di grigio sulla mappa. Conta 27 stazioni distribuite su 36,2 km.

Metropolitan Line, che risulta di colore viola sulla mappa, possiede 34 stazioni metro, distribuite su una lunghezza di circa 66,4 km.

Northern Line è caratterizzata dal colore nero sulla mappa e ha un totale di 51 stazioni, distribuite su circa 57,6 km.

Piccadilly Line è la linea dal colore blu, che con le sue 52 fermate copre una lunghezza di 70,4 km circa.

Victoria Line appare di colore azzurro. Ha 16 fermate e un percorso complessivo di circa 22,5 km.

Waterloo & City Line si colora, invece, di turchese e conta 2 fermate, tant’è che la lunghezza totale è di soli 2,4 km.

Il 2022 ha visto l’apertura dell’attesissima Elisabeth Line, la nuova linea della metro destinata a servire, si calcola, oltre 200 milioni di passeggeri all’anno! Questa è la linea più lunga, avendo ben 41 fermate. Collega Londra con i terminal 2, 3, 4 e 5 dell’aeroporto Heathrow.

London Tube

Ecco, infine, alcune curiosità sul London Tube.

I suoi treni possono superare le 60 miglia orarie.

Molte stazioni della metropolitana sono state usate come rifugi antiaerei durante la seconda guerra mondiale. La Central Line è stata persino trasformata in una fabbrica di aerei da caccia. La sua esistenza è rimasta segreta fino al 1980.

La scala mobile più lunga è quella della stazione di Angel, che si estende per 60 metri.

Sono circa 50 le persone che ogni anno si suicidano in metropolitana. La Jubilee Line è l’unica che, a tal proposito, ha dei vetri protettivi.

Mind the Gap

La frase Mind the Gap (attenzione al buco), che ormai è diventata un modo di dire molto diffuso, risale al 1968 e lo scopo era usata proprio nella metropolitana per avvertire i passeggeri del vuoto presente tra banchina e treno.

E ricordatevi che la metro si chiama London Underground, il suo nome inglese ma familiarmente chiamata The Tube.

Infine ricordatevi gli orari di punta.

Un fattore da tenere in considerazione è l’orario di punta. Il così detto peak time, il suo nome inglese. Parliamo dell’orario di massima affluenza che di solito coincide con gli orari d’ingresso e di uscita dagli uffici. Anche la mattina i treni possono essere molto busy, affollate. Non vi resta che armarvi di pazienza!

Scuola Inglese Roma

Leggi Natale a Londra

Leggi anche Bandiera Inglese – Slang IngleseInglese in Hotel

Categoria: Cultura | Articolo scritto da: