Giorni della Settimana in Inglese


Giorni della settimana in Inglese

Giorni della Settimana in Inglese

Giorni della settimana in Inglese, come in Italiano, traggono la loro origine etimologica dal nome dei sette pianeti che fanno parte della classica astronomia. Facendo un lontano tuffo nel passato, la prima testimonianza di un’associazione tra i giorni della settimana ed i grandi corpi celesti risale addirittura allo studio dell’Astrologo Greco Vettio Valente.

Il quale nel 170 d.C. compose l’Anthologiarum, nel quale si tratteggiava la nomenclatura dei pianeti seguendo l’ordine di Elio, Selene, Ares, Ermete, Zeus, Afrodite e Crono.

Giorni della settimana in inglese

Continuando l’excursus storico, dobbiamo però andare ancora più lontano nel tempo, in quanto ad avere un ruolo pionieristico in materia furono addirittura  in Babilonesi.

Ancor prima dei Greci e dei Romani che ereditarono quanto proposto dai loro antesignani. In particolare, seguendo la loro linea astrologica i principali corpi celesti visibili ad occhio nudo erano sette, di cui cinque pianeti, Marte, Mercurio, Giove, Venere e Saturno, ai quali si sommavano anche il Sole e la Luna.

Giorni Settimana Inglese

La volontà di fare questo tipo di connessione nasce in realtà dalla credenza secondo la quale i suddetti corpi celesti dominassero la prima ora di ogni giorno.

Ragion per cui ogni giorno fosse poi governato da uno specifico pianeta. L’origine vera e propria dei nomi dei pianeti va annoverata alla scuola greca, che decise di tributarli alle divinità venerate.

I Giorni della Settimana in Inglese

In lingua inglese, di stampo germanico, il primo giorno della settimana è rappresentato dalla Domenica, così come nella cultura di Stati Uniti, Portogallo e Brasile.

Per converso, nella civiltà araba invece il primo giorno della settimana è simboleggiato dal Sabato. Vediamo in maniera più approfondita come la lingua inglese sviluppa l’argomento.

Giorni della Settimana in Inglese

Questo argomento fa parte di quelle cose iniziali che si iniziano a studiare quasi per gioco. Quando si inizia un Corso di Inglese si parte subito con i Giorni della Settimana in Inglese.

Tutti infatti conoscono i nomi dei Giorni Inglesi. Sono infatti le nozioni base dello studio della lingua inglese. Grammatica Inglese.

Giorni della settimana Inglese

Giorni in Inglese

SUNDAY (Domenica)

Domenica si dice Sunday.

Come in ogni lingua di ceppo germanico, il nome di questo giorno della settimana conserva la semantica originale. Quella che si sviluppava nel periodo antecedente all’avvento del Cristianesimo. Per la quale si stabilisce la corrispondenza al dies solis.

Giorno della settimana in Inglese

Vale a dire il giorno del Sole, come tributo alla divinità del Sol Invictus. Il termine antico era Sunnandæg, il cui significato era sempre il giorno del sole.

MONDAY (Lunedì)

Lunedì si dice Monday.

È il giorno della Luna (“moon” vuol dire “luna”). In antico era Mōnandæg, ed in latino dies lunae.

TUESDAY (Martedì)

Martedì si dice Tuesday.

Dal latino Martis dies “giorno di Marte“. Nell’antica tradizione latina era il giorno che veniva dedicato al dio Marte, la divinità della guerra, degli spargimenti di sangue e dei combattimenti, il cui equivalente nel mondo germanico era Týr, equiparato alle stesse funzioni.

Da qui, l’antico Tiwesdæg, ed il conseguente Tuesday, nella morfologia moderna.

WEDNESDAY (Mercoledì)

Mercoledì si dice Wednesday.

Dal latino Mercurĭi dies “giorno di Mercurio“, è il giorno che ripartisce la settimana in due. L’inglese Wednesday deriva dalla divinità celtico-germanica Woden (Odino), il dio principale che mitologicamente è la personificazione del sacro, della religione e del principio dell’universo. L’antica etimologia era Wōdnesdæg.

THURSDAY (Giovedì)

Giovedì si dice Thursday.

Nella cultura romana Giovedì era Iovis dies “giorno di Giove“. L’inglese Thursday (Þūnresdæg nell’antica origine) discende etimologicamente dal nome del dio germanico Thor, il dio del tuono, della tempesta e del fulmine, l’equivalente di Giove nell’interpretazione latina.

Inglese giorni della settimana

I sostantivi fulmine e tuono sono proprio collegati alle figure di queste divinità: ad esempio “tuono”, in inglese antico Thur o Thunor, da cui anche il moderno thunder.

FRIDAY (Venerdì)

Venerdì si dice Friday.

Il nome italiano trae origine dal latino Venĕris dies, giorno di Venere, dea della fertilità, dell’amore e della bellezza. L’ inglese Friday derivano dal nome della corrispondente divinità norrena Freia, alla quale il venerdì era sacro ed avente le stesse funzioni. Con l’aggiunta del potere della seduzione e della femminilità, considerata anche come protettrice dell’oro. L’etimo originario era Frīġedæġ .

Giorni Inglese

SATURDAY (Sabato)

Sabato si dice Saturday.

Il nome proviene dall’ebraico shabbāt ovvero “(giorno di) riposo”. Spesso, per alcuni lavoratori è giorno di riposo insieme alla domenica, per altri rappresenta l’ultimo lavorativo.

In Inghilterra è molto diffuso come giorno di pausa, soprattutto per gli uffici e le categorie impiegatizie. Nel mondo romano, era il giorno di Saturno, Saturni dies, nome utilizzato attualmente oggi nei paesi anglofoni (Saturday, in inglese antico Sæterdæġ ).

Nomi della Settimana in Inglese

È l’unico giorno che riconduce la derivazione latina, probabilmente perché nella cultura germanica non è stato identificato un equivalente.

 

Giorni Settimana in Inglese

Passiamo adesso alla pronuncia dei setti giorni, attraverso la seguente tabella esplicativa:

GIORNO PRONUNCIA
Sunday Sandei
Monday Mandei
Tuesday Tjuzdei
Wednesday Wenzdei
Thursday θɜː(r)zdeɪ
Friday Fraidei
Saturday Sætə(r)deɪ

Per quanto concerne il loro utilizzo grammaticale invece, essendo dei complementi di tempo.

i giorni  vengono sempre naturalmente preceduti dalla preposizione “on” e devono esser sempre scritti in maiuscolo (“on Monday, on Tuesday, etc..”).

Categoria: Lezioni di Inglese | Articolo scritto da:

Dove Siamo

Logo Metropolitana Roma Piazza Bologna (linea B)
Via Ravenna, 34

Scrivici

i termini e le condizioni stabilite sulla Privacy Policy *

Dimostra che non sei un robot