Errori in Inglese


errori in inglese

Errori in Inglese

Oggi vediamo quali sono gli errori in inglese più comuni che gli italiani fanno quando parlano. Ce ne sono tanti, sia a livello lessicale, relativi al vocabolario inglese, sia a livello grammaticale e anche per quanto riguarda la pronuncia. Alcuni errori in inglese provengono dai così detti false friends. Ovvero sono parole italiane molto simili a quelle inglesi che però hanno un significato diverso e possono spesso creare dei fraintendimenti.

Altri errori provengono dal fatto che gli italiani tendono a tradurre dall’italiano quando parlano in inglese. Vedrete che tanti si ritroveranno sicuramente negli errori più comuni che si fanno quando si studia la lingua inglese.

Nonostante l’inglese sia diventato anche in Italia una lingua la cui conoscenza è stata resa obbligatoria praticamente dappertutto, ci sono errori che gli italiani commettono parlandola e tali errori non sono solo comuni ma anche duri a morire. Errori in Inglese.

Errori in Inglese

Che si tratti di un ed troppo marcato alla fine della parola o di difficoltà di pronunciare la lettera h, imparare l’inglese può essere difficile per i nostri connazionali.

Come abbiamo detto appunto, c’è troppa enfasi nella pronuncia.

In italiano ogni lettera deve essere pronunciata alla perfezione, mentre le stesso non vale per l’inglese. Questo è molto evidente quando gli italiani includono la “e” in ogni parola o participio passato che termina con –ed. Happened, looked, used, liked. In queste parole non è assolutamente necessario scandire la “e”. Anzi, pronunciarla è un vero e proprio errore.

Tradurre alla lettera gli intercalari.

Ci sono nell’italiano parlato alcune parole che compaiono molto spesso. Tra le più comuni troviamo “allora, infatti e niente”. Gli italiani li traducono erroneamente usando nothing/niente e in fact.

Errori in Inglese

Ma dato che queste parole sono spesso usate come intercalari la loro corretta traduzione sarebbe anyway o actually che invece sono intercalari utilizzati spesso dagli anglofoni. Mentre se vi chiedete come si dice infatti in inglese, in base al contesto e della frase, in inglese “infatti” si traduce con sure enough, as a matter of fact e indeed. Ma questi tre termini non hanno niente a che vedere con come in Italia si usa “infatti” come intercalare. Errori in Inglese.

Gli italiani dicono spesso “Hai ragione” e spesso in inglese traducono tale frase erroneamente come You have reason! Ma in inglese You have a reason significa “Hai un motivo”! I nativi inglesi tendono invece a dire You’re right.

Gli italiani spesso dimenticano gli articoli quando si esprimono in inglese. Mentre in italiano gli articoli determinativi “il, la, lo, i, gli, le” sono parti essenziali di ogni frase mentre in inglese l’articolo determinativo che è solo e soltanto The può spesso venire omesso.

In frase del genere “L’acqua è circa 80 per cento del corpo umano” trattandosi di una verità generale in inglese l’articolo determinativo viene omesso: Water is approximately 80 per cent of the human body. Errori in Inglese.

Errori in Inglese

In Italia una delle frasi più comunemente dette è “Buon lavoro” ma attenzione a non tradurla letteralmente in inglese, sarebbe troppo inappropriato e gli inglesi o gli americani non ne capirebbero il senso! Molto più inglese suona invece un semplice Have a nice day/Buona giornata.

Uno degli errori più ostinatamente ripetuto dagli italiani è la non pronuncia della lettera o del suono H! Per i nostri connazionali dire tale suono diventa un vero e proprio dramma rifiutandosi completamente di dire tale lettera! E mentre nella lingua italiana la lettera H non corrisponde a nessun suono, in inglese H ha un vero e proprio valore fonetico.

Ecco perché hungry/affamato diventa angry/arrabbiato se pronunciato senza il fondamentale suono h, Hollywood suona come Ollywood, Harrison Ford diventa Arrison Ford, home/casa diventa om! e così via. Considerate che quando vi sentono parlare così gli inglesi se la ridono parecchio perciò fate uno sforzo a pronunciare il suono H!

Un errore molto comune che gli italiani commettono nell’inglese riguarda il saluto che corrisponde al nostro “Ci vediamo dopo”. Di solito gli italiani traducono “dopo” con la parola after. In inglese però See you after non suona corretto. La forma corretta è See you later che significa “A più tardi”.

Errori Comuni

Altri due errori molto comuni fatti da italiani riguardano l’uso corretto e la differenza tra tell, discorso diretto e say, discorso indiretto. Tale differenza risulta difficile per gli italiani che usano sempre il verbo “dire”.

Ed è quasi altrettanto difficile distinguere il verbo do, svolgere un’attività dal verbo make, creare qualcosa. Entrambi sono traducibili in italiano con il verbo “fare”. Tanto è vero che spesso gli italiano usano Make quando serve Do e viceversa.

Infatti in inglese diremo I make a cake/Faccio una torta e I do my homework/Faccio i compiti

Il soggetto!

In italiano grazie alla coniugazione dei verbi spesso è possibile omettere il soggetto mentre in inglese è obbligatorio metterlo sempre, prima di ogni verbo! Se in italiano possiamo dire sia “Io faccio una doccia”, sia “Faccio una doccia”, in inglese si deve obbligatoriamente dire I take a shower.

Un errore molto comune è l’uso della parola people/gente. Questo perché nella nostra lingua gente è al singolare mentre in inglese people è sempre al plurale.

Italian people are great, Gli italiani sono fantastici. Come potete vedere dopo la parola people segue il verbo essere coniugato alla seconda persona al plurale, are/sono e non is/è!

Errori sul Plurale e sugli Aggettivi

L’errore sul plurale e sul genere degli aggettivi.

Mentre in italiano in base al soggetto al quale si riferisce un aggettivo, questo può diventare maschile o femminile, singolare o plurale. In inglese invece tali differenze non sussistono.

Esempi di False Friends

Vediamo infine alcuni esempi di false friends ovvero i termini che suonano in maniera similare ma hanno invece un significato completamente diverso.

Ape in inglese non significa ape che invece si dice bee in inglese, bensì scimmia!

Firm in inglese significa azienda, ditta e non la firma, signature, che mettiamo sui documenti.

Parents: con questo termine gli italiani si confondono spesso! Infatti significa genitori e non parenti. Parenti in inglese è Relatives.

Actually non significa “attualmente” ma “in realtà”.

Eventually non significa “eventualmente” bensì “alla fine”.

Annoyed. Questo aggettivo non significa “annoiato” ma infastidito. Se volete dire annoiato in inglese dovrete usare l’aggettivo bored.

Factory. Non vuol dire “fattoria” bensì industria o fabbrica. Mentre fattoria si dice farm in inglese.

Educated. Questo termine che suona così simile alla parola italiana “educato” non si riferisce all’educazione bensì all’istruzione. Se volete dire che qualcuno è educato potete usare l’aggettivo polite, good-mannered o well brought up.

To pretend. Non significa pretendere ma “fare finta, fingere”.

Gentle. Questa parola inglese non vuol dire “gentile” ma “delicato”. Per dire gentile potete usare la parola kind.

To confront. Non significa “confrontare” ma “affrontare”. Per dire confrontare potete usare to compare.

Library non significa libreria ma biblioteca. Libreria in inglese si dice book shop.

Errori in Inglese

Uno degli errori più comuni che gli italiani fanno è quello che riguarda la pronuncia di TH che causa non pochi problemi ai nostri connazionali che spesso pronunciano le parole contenenti queste due lettere con un suono simile alla “t” o alla “d”. così per esempio Bluetooth non si pronuncia Blutut nemmeno Thanks si pronuncia Tenks.

Un altro errore di pronuncia riguarda la lettera R che mentre in italiano è tipicamente molto marcata, in inglese è morbida e specialmente nell’inglese britannico non è pronunciata affatto. Come per esempio quelle parole che hanno la “r” preceduta da una vocale: word, car, four, father ecc.

Sorry e Excuse me

In inglese Sorry significa “Mi dispiace” e si usa per scusarsi per qualcosa fatto o detto. Excuse me significa “Scusa, Scusi, Scusate” e si usa per attirare l’attenzione di qualcuno. Se siete nella metro affollata e arrivate alla vostra fermata dovrete dire Excuse me per farsì che le persone si spostino e vi lascino scendere.

Excuse me, could I have the bill, please? Mi scusi, potrei avere il conto, per favore?

Sorry, my mistake!/ Mi dispiace, errore mio!

Vorremmo concludere dicendo che fare errori non è certamente la fine del mondo. I diversi accenti e anche i diversi errori conferiscono fascino alla persona che studia e parla l’inglese dalla posizione di parlante non nativo. Non siate troppo severi con voi stessi. Praticate e divertitevi mentre imparate l’inglese.

Scuola Inglese Roma

Leggi i Cartoni Animati in Inglese

Categoria: Lezioni di Inglese | Articolo scritto da: